La richiesta di un lettore: quale macchina per l’’ESPRESSO a casa?


Pubblichiamo oggi la richiesta di un nostro lettore, che chiede suggerimenti per una macchina per espresso per uso domestico con un budget non eccessivo
.

Chiedo un consiglio per una macchina da caffè tra quelle che vi elenco, tenendo conto che del cappuccino non mi interessa niente.
Vi dico che sono un fautore delle macchine manuali i quanto prima cosa, voglio vedere il caffè che scende e secondo voglio essere io a decidere quanto caffè macinato mettere quando mi faccio il caffè. Io, poi, uso solo Caffè Passalacqua, un signor caffè insomma. Ecco quelle che potrei acquistare tenendo conto del budget non eccessivo a mia disposizione :
Lelite Anita (quelle col macinino integrato) qualsiasi modello, dato che mi sembra di capire che a parte quella più costosa, sono tutte uguali come caratteristiche tecniche;
Quick Mill 0835N e 02835N

Ho letto da qualche parte, che ci sono delle macchine del caffè con la caldaia coimbentata, cosa che può essere importante perché con la mia macchina del caffè attuale, una Ariete Roma de luxe, secondo me il caffè viene scaldato un pochino sia dalla macinatura troppo rapida, che anche dal calore della caldaia.
Insomma, gradirei un Vs. consiglio in merito, e nel caso aveste anche qualche altra marca da consigliarmi (sempre con macinino) per gustarmi un caffè al massimo del suo gusto (sempre nel budget di quelle di cui sopra..sono un operaio purtroppo e per me è già un grosso sforzo) accetto volentieri anche se preferirei una di quelle due.
Vi ringrazio e buon caffè.

Massimiliano

“Library” dal museo delle macchine professionali per caffè

.

MUMAC Library è la seconda biblioteca del caffè più grande del mondo: oltre 1.000 volumi dal 1592 in poi, 10 sezioni tematiche dalla storia, alle ricette, dall’arte alla tecnologia, 15.000 documenti tra manifesti, fotografie, cataloghi, disegni tecnici e brevetti.
All’interno di MUMAC, il museo delle macchine professionali per caffè, è la seconda biblioteca del caffè più grande del mondo dopo il Joan Jacobs Museum di Zurigo.
La collezione raccoglie oltre 1000 volumi relativi al mondo caffè e resterà a disposizione permanente dei visitatori che potranno accedervi prenotando la visita presso MUMAC.
Divisa in 10 sezioni, la biblioteca, che ospita tra gli altri anche i volumi della collezione Maltoni, offre una visione completa sul mondo del caffè attraverso la narrazione che ne hanno fatto storici, botanici, tecnici, osservatori del costume, artisti… a partire dal 1592 – data della prima pubblicazione contenuta nella library dal titolo De Plantis Aegypti Liber dell’autore Prospero Alpini, primo volume italiano raffigurante la pianta del caffè – fino ad arrivare ai giorni nostri.
I prodotti e le tecnologie, le arti e il design, i caffè storici, il latte e il caffè, le ricette, il mondo del barista, le aziende del caffè, il mondo del caffè, la storia e i consumi, i libri antichi e infine il caffè dei bambini: queste le 10 le sezioni tematiche che dividono e ordinano i volumi.
Il fondo librario è inserito nel circuito SBN – sistema bibliotecario nazionale – e contiene alcune “chicche” storiche oltre al libro di Prospero Alpini come il volume del 1762, Coffee & Chocolate di Giovanni Della Bona che tratta “dell’uso e dell’abuso del caffè e delle massime intorno alla cioccolata”, i due manuali completi editi dalla storica casa editrice Hoepli di Milano del 1910 e del 1927 ed altri volumi presenti in Italia solo nella MUMAC Library come per esempio i titoli “Aunt Martha’s corner cupboard” di Mary & Elizabeth Kirby del 1898 e “Colombia cafetera” di Diego Monsalve del 1927.
Ma non solo libri si trovano all’interno di questo spazio: è presente anche l’archivio storico con oltre 15.000 documenti relativi al mondo caffè (manifesti pubblicitari, fotografie storiche, cataloghi prodotti, brevetti) oltre a una raccolta di disegni tecnici Questo spazio, di rilevante importanza storica e culturale per il settore, rappresenta un’ulteriore conferma dell’impegno nel mantenere e diffondere la conoscenza del caffè e ribadisce il ruolo di MUMAC che con il suo spazio espositivo, la Mumac Academy e oggi la Mumac Library, è un riferimento imprescindibile nel settore del caffè a livello internazionale.